skip to Main Content
Canzone Di Nellie

Canzone di Nellie

Chi porteresti con te su un’isola Me o il tuo pianoforte? Te lo chiedo e non mi rispondi Sotto la neve a Manhattan E i nostri piedi non fanno rumore Camminiamo ore e ore Insieme sottobraccio Così è la tua…

Continua
Voterò Sergio Perché Sa Ascoltare Tutti

Voterò Sergio perché sa ascoltare tutti

Voterò Cofferati perché lo apprezzo. Perché è una persona tollerante che a Bologna si è confrontata con tutti, anche con chi non la pensa come lui, e rispetta questa città molto più di Guazzaloca che frequenta e ama soltanto chi…

Continua
Padrone E Servitore

Padrone e servitore

Scena. Il salone di un palazzo decadente. Nel camino arde un ceppo. Su una poltrona, un vecchio in vestaglia. Entra Pulcinella, con un pezzo di pane e una cipolla. PULCINELLA Conte, la cena. CONTE Grazie, servo. E tu hai mangiato?…

Continua
La Verità Su Spirit

La verità su Spirit

Scena: il suolo di Marte. Un paesaggio desolato di pietre e sabbia rossa, senza ombra di vita: sembra che sia passata l’atomica o il ministro Urbani. Il veicolo spaziale Spirit arranca sulle sei rotelline, puntando qua e là la telecamera.…

Continua
Lettera Dal Ministero Del Natale

Lettera dal ministero del Natale

Caro Babbo Natale: scusa se mi rivolgo a te con un mezzo così obsoleto come una letterina di carta, ma purtroppo a otto anni è difficile essere proprietario di televisioni. Anche quest’anno sono stato abbastanza buono, a scuola vado bene…

Continua
Il Terribile Regalo Di Natale

Il terribile regalo di Natale

Il Natale porta doni utili e graditi, ma anche doni pacchiani, dispendiosi, rumorosi, superflui. Ecco alcuni consigli di doni terribili per un Natale detestabile con prezzi megalomani. Il pupazzo parlante Una volta c’era Cicciobello che piangeva, l’orsacchiotto che gemeva e…

Continua
L’emozione Di Leggere “Lolita”

L’emozione di leggere “Lolita”

Lolita, libro scandaloso soprattutto per chi non lo ha letto, chiacchierato e frainteso, citatissimo e misterioso. Un libro che vive nel luogo comune un po’ torbido dell’ambiguità di una ninfetta, e nel vergognoso desiderio di un uomo maturo. Filtrato dal…

Continua
Ultimo Discorso Da Fort Quiet

Ultimo discorso da Fort Quiet

AMERICANI. L’ora delle decisioni irrevocabili è giunta. Qualcuno, ultimamente, ha messo in dubbio la mia salute mentale. Lo smentirò oggi con questo discorso lucido, scritto di mia mano. Dio mi ha ispirato e Rumsfeld mi ha spiegato da che parte…

Continua
Cara Mamma, Ti Scrivo Dal Fronte Di Guerra

Cara mamma, ti scrivo dal fronte di guerra

Camp Silvio, deserto iracheno, 2 marzo. Cara mamma, siamo in zona operativa. Ci hanno detto di non usare mai la parola guerra, locuzione antiquata e drammatizzante, ma piuttosto termini come intervento preventivo, motivi tecnici, obliterazione degli obiettivi. Anche noi soldati…

Continua
Back To Top