skip to Main Content
Ritrovati I Video

Ritrovati i video

Con il ritrovamento dell’ultimo video di Bin Laden, la
guerra in Afghanistan è a una svolta. Dopo aver sventrato intere
montagne senza trovare il «principe del terrore», le truppe Usa
puntano verso il Pakistan, dove è segnalato un altro video di Bin
Laden e un Cd di canzoni del Mullah Omar. La guerra insomma,
prosegue trionfalmente, ma ci sono altri video da ritrovare. Ecco
una prima lista.
1) Il video dove il capo della Cia, durante un barbecue in
giardino, spiega dov’erano i suoi uomini nei dieci anni in cui al
Qaeda diventava la più potente organizzazione terroristica del
mondo, e fa il nome degli agenti americani passati dall’altra
parte e viceversa, con grandi risate. Alla fine, proiezione di
filmati del piccolo Bin Laden vestito da torero, e poi da cow-boy
quando combatteva i russi. Altre risate e poi una simpatica gara
di tiro al piattello con gli hamburger.
2) Video dove Sharon spiega agli amici del Mossad quale sarà
l’interlocutore della pace dopo Arafat, e il Mossad gli risponde
«speriamo nessuno», e giù altre risate.
3) Video che vede riuniti, in un cenone collettivo, un centinaio
di direttori di banca che hanno fatto affari con al Qaeda. Uno di
essi si alza col calice in mano e dice «come tutti sapete,
eravamo completamente all’oscuro di avere contatti con
un’organizzazione che vendeva armi e finanziava attentati». E giù
risate, brindisi e cori da stadio.
4) Il video dove qualcuno ci spiega cosa hanno fatto gli italiani
in Somalia in questi anni, visto che nessuno si era accorto che
la Somalia è un covo terrorista, e chi ha venduto armi in quel
paese.
5) Il video dove Berlusconi brinda alla notizia che siamo entrati
in guerra.
6) Il video dove Putin ci spiega cos’è andato a fare in Cecenia,
se a combattere i terroristi o soltanto a occupare il paese, e se
è vero che sui giornali russi comparivano ogni tanto inserzioni
con la scritta Uuuu uranio di prima qualità vendesi.
Oppure Tatiana esperta fisioterapista fa massaggi con
plutonio puro
.
7) Il video dei massacri in Ruanda, dei quali per anni non è
fregato niente a nessuno e mai fregherà a nessuno, a meno che non
si scopra il petrolio a Kigali.
8) Il video che mostra i dieci maggiori venditori di armi del
mondo che banchettano, e spiegano quale jattura è per loro la
guerra in Afghanistan, e come in futuro ogni vendita di armi sarà
controllata da organismi internazionali, e come sono pentiti di
quello che hanno fatto, e altra scompisciata di risate.
9) Il video dove vediamo Bush e il suo staff che festeggiano
perché hanno ammazzato un considerevole numero di taleban e
afghani qualsiasi. Perché se Osama ci fa schifo, allora ci deve
fare schifo chiunque goda e festeggi l’annientamento dell’odiato
nemico, e allora bin Laden è in buona compagnia.
10) Un video in cui qualcuno spieghi che possiamo benissimo non
sentirci americani, ma essere preoccupati della sorte del popolo
americano, molto più di chi si dichiara filoamericano a spada
tratta.
11) Virus memories. Al ritmo di un vecchio disco di Glenn Miller,
questo video ci ricorda come fino a un mese fa sembrava che
l’antrace dovesse invadere l’America peggio del Viagra o di Harry
Potter, e si facevano i nomi di decine di microbiologi musulmani
con provette in tasca e odalische con rossetti al carbonchio.
Adesso, da quando è saltata fuori la pista interna, lo scienziato
pazzo, il gruppo nazista o la vendetta di una cavia impestata, il
pericolo antrace è quasi sparito nel nulla.
12) Il video dove Bush fa la pubblicità al vaccino anti-antrace
di cui è co-produttore.
13) Il video dove il ministro della difesa Martino spiega cosa
andranno a fare gli italiani in Afghanistan, in piena
indipendenza e autonomia. Il video è in inglese con sottotitoli
in slang di Chicago.
13 bis) Il video «Cold winter». Dove si mostra come gli afgani
resistano al temutissimo inverno assai meglio degli italiani, in
crisi alla prima nevicata. In questo video l’efficientissimo
governo del ducetto ci dovrebbe spiegare se, oltre che mandare
uomini e mezzi in aiuto a Bush, vuole dare una mano anche al
Molise.
14) Un video che ci spieghi come mai russi e americani hanno le
cartine particolareggiate dei labirinti sotterranei di Tora Bora,
e c’è addirittura una guida Michelin che indica in quale galleria
si mangia il miglior cuscus. Se tutti sapevano che quello era un
bunker ideale, perché non l’hanno chiuso quando potevano?
14 bis) Dove l’Unione degli Ingegneri democratici si lamenta
perché nessuno ha avuto l’idea di far costruire Tora Bora a
Lunardi. A quest’ora Bin Laden sarebbe già affogato tra crolli e
infiltrazioni.
15) Video che spiega non solo perchè non riescono a prendere Bin
Laden ma perchè Bin Laden non è stato preso quando si poteva
prendere, e quanti tra quelli che vogliono prendere Bin Laden in
realtà non vogliono assolutamente prenderlo a meno che non ci sia
subito un altro Bin Laden da prendere oppure da non prendere.
16) Video dove il Pentagono spiega perché ci avevano detto che di
questa guerra non avremmo avuto notizie e invece ne abbiamo tutti
i giorni, vere o fasulle, ma scelte con cura e adeguatamente
filtrate, secondo la strategia detta «the secret of Punch».
17) Videoquiz. Perché Bush porta sempre quell’orribile cravatta
rosa, è un messaggio cifrato, e per chi?
18) Videoquiz. E’ vero che esistono dieci sosia di Bin Laden, e
dieci sosia di Bruno Vespa, a seconda del partito che sta al
governo?
19) Videoquiz. Perché tutte le volte che qualcuno fa il nome
degli sceicchi dell’Arabia Saudita come finanziatori e
manovratori del terrorismo, la notizia evapora? Il petrolio è un
carburante o un’attenuante?
20) Videoquiz. Perché i signori della guerra, quando servono, non
sono più «della guerra», ma soltanto signori?
21) Video didascalico per bambini. Un esperto di quelli che hanno
occupato militarmente la Rai spiega la differenza tra armi buone
e cattive. Il kalashnikov è cattivo, mentre una bomba che si
chiama tagliamargherite e distrugge tutto nell’area di sette
chilometri è un’arma tecnologica e intelligente. Le mine
anti-uomo sono buone o cattive a seconda di chi le vende, di chi
le mette e di chi ci salta sopra.
23) Video dove il mullah Taldegh, uno che non spara balle, dice
ai kamikaze palestinesi che dopo la missione potrebbero non
trovare un paradiso con sessanta vergini, ma Vanna Marchi con un
bikini di mortadella, mentre il furbastro che li ha addestrati al
martirio se la spassa in terra.
24) Video padano che ammonisce i pacifisti filoterroristi,
marxcattoglobalisti e antipatriottici a prendere esempio dalla
Lega, una volta fiera avversaria della corruzione politica, e
sostenitrice del tricolore crespato, e ora strenuo baluardo degli
affari di Silvio, tanto da avere come nuovo slogan «Roma ladrona,
la Lega non ti abbandona».
25) Video che mostra Berlusconi, sotto elezioni, tra i baraccati,
e pochi mesi dopo Berlusconi che sbraita con Lunardi che vuole
qualcosa di grosso da inaugurare, mica baracche o ospizi.
26) Video dal titolo quasi porno «conflitti di interesse
diessini». Come sostenere che l’Italia ripudia la guerra, ma solo
quella contro Cartagine, come avere molto da dire sulla nostra
esemplare magistratura quando è attaccata dal ducetto, ma
precipitare in solenni silenzi e imbarazzi su stragi, Sofri e
Marghera, come essere a difesa degli spazi di libertà ma chiudere
un mitico centro sociale a Firenze, e soprattutto come voler
cambiare pagina usando come segnalibro d’Alema.
27) Video in cui Powell spiega che Bin Laden può essere in
qualsiasi posto del mondo, e in un giorno o in un secolo lo
prenderanno, a costo di distruggere il mondo, perché il mondo va
salvato da certa gente.
28) Video in cui si mostra Bin Laden che si aggira furtivamente
nel giardino di Arcore. Probabilmente è falso, ma intanto un B 52
si è alzato in volo, la legge Usa vale per tutti.
29) Video che spiega finalmente cosa sono le «opportune modifiche
costituzionali» di cui parla il presidente del consiglio.
L’Italia da repubblica costituzionale diventa repubblica
palinsestale: la costituzione sarà sostituita da un palinsesto
mobile, che il Ducetto Silvio riscriverà giorno per giorno. La
democrazia avrà spazio solo qualche minuto, dopo le quattro di
notte.
30) Il video finale: piomba dal cielo una gigantesca
videocassetta di marmo dove Dio, Allah, gli apostoli, i profeti e
i dodicimila demoni indù diffidano i guerrafondai della terra a
compiere azioni in loro nome. Buon inconveniente di Natale a
tutti.

Back To Top